La nostra squadra è abituata ad avere a che fare con i computer, l’intelligenza artificiale, le nuove tecnologie, i numeri. É la nostra storia (qui l’articolo). Noi di Welly Village sappiamo bene che gli algoritmi non sono in grado di ascoltare fino in fondo il cuore delle persone. 

Quando abbiamo iniziato a dar forma all’idea di una App in grado di assistere ed accompagnare le persone verso uno stile di vita sano, le domande fissate sulla lavagna in sala riunioni erano parecchie. Più del solito: se in ballo ci sono i desideri di miglioramento delle persone, problemi da risolvere e desideri la questione inizia ad essere delicata.  

Pensiamo spesso ai nostri punti deboli e cerchiamo di conseguenza una soluzione efficace per raggiungere il traguardo.

Se l’obiettivo è, ad esempio, perdere un po’ di chili in eccesso la soluzione è la consulenza di un nutrizionista o di un personal trainer. Se ho mal di schiena un pit-stop del fisiatra o dal fisioterapista diventa obbligatorio. In molti casi però la soluzione sta in un approccio multiplo che dalle nostre parti definiamo “multitasking”.

L’infortunio di Ronaldo

Ve lo ricordate Ronaldo quando vestiva la maglia dell’Inter? La sua carriera svoltò clamorosamente il 21 novembre 1999 a causa di una grave lesione al tendine rotuleo del ginocchio destro. 

Cinque mesi dopo, in occasione della finale di Coppa Italia contro la Lazio, Ronaldo rimediò la rottura completa del medesimo tendine pochi minuti dopo il suo ingresso in campo nel corso di un’azione di gioco senza particolari contrasti. L’evento è diventato un caso pratico per la letteratura medica e riabilitativa. 

Andersen e Williams, giusto un anno prima di questo fatto, affinarono il loro modello stress-infortunio presentato per la prima volta nel 1988. Per i due accademici gli interventi di natura psicologica sugli atleti contribuiscono a diminuire lo stress oltre a rilassare la muscolatura, aumentare la soglia di attenzione per ridurre di conseguenza il rischio di infortunio. 

I guai passati da Ronaldo furono una semplice ed imprevedibile fatalità per lo staff sanitario dell’Inter che abilitò il giocatore oppure non si trattava solo di fare i conti con un ginocchio malandato?

Welly Wise un approccio a 360°

Il caso Ronaldo e la letteratura a supporto vogliono essere un chiaro esempio di come un problema complesso non ha una sola via esclusiva per essere risolto quando di mezzo c’è la salute.

Se riavvolgiamo il nastro e torniamo alla lavagna della sala riunioni piena di domande possiamo confessare che la nostra risposta è stata l’introduzione nel progetto del Welly Wise. Wise in inglese significa saggio, ma attenzione questo profilo non è uno sciamano, non è un venditore e nemmeno un personal coach del benessere. 

L’identikit del Welly Wise è questo:

  • capacità di ascolto,
  • attenzione alla persona,
  • empatia,
  • conoscenze tecniche in ambito di salute e benessere.

Una volta entrato a far parte della nostra comunità il Welly Wise diventa la tua guida personale: potrai confrontarti con lui sulle tue esigenze prima di ricevere delle proposte personalizzate elaborate su misura da parte dei nostri professionisti della salute.

Come? Attraverso una chiamata o una videochiamata di 15 minuti in cui racconterai un po’ di te, del tuo stile di vita e di cosa vuoi ottenere utilizzando l’app Welly Village. 

Non un semplice dialogo, ma il primo passo verso il cambiamento.

Sei pronto a fare il primo passo?

Prenota consulenza gratuita di 15 minuti